venerdì 5 luglio 2013

Una camminata PER UN FIORE: IL GIGLIO

Sono diversi anni che vengo sù a monte Faeta una cima particolare del monte pisano per vedere la fioritura del giglio. Questa volta sono venuto a - colpo sicuro- andando in valdiserchio a fare riprese ne ho visti di belli,ma quelli del faeta ormai sono anni che li vedo spuntare dal poleo belli, rigogliosi e guadagnati: sul Faeta si arriva dopodue ore di cammino.
però la giornata fresca ci ha invogliato ad attraversare tutto il monte pisano passando dal sentiero classico.
Lasciata l'auto a Serra di Sotto abbiamo aggirato a nord il monte Serra nei suoi punti classici:  Pian Bello, Campo Calci, Fonte Cavallaia, Rosa dei Venti, Santallago, campo Croce dove abbiamo pranzato e riposati poi la salita per monte Faeta e i primi gigli, poi la vetta con una bella fioritura. Ecco ancuni gigli: meritava salire?

2 commenti:

Carmine Volpe ha detto...

avevo dimenticato come erano i gigli veri :-)

Vilma Bellucci ha detto...

Bellissimo questo giglio!!!
buona giornata