domenica 6 settembre 2009

Riflessioni


Eccomi quì, appoggiato al vetro della finestra a guardare il cielo, comincia a rosseggiare l'alba a oriente dietro alla rocca,è una mattina serena, l'alito che mi esce dal naso basta per appannare il vetro della finestra. Ancora nella stanza è buio, ma non accendo la luce, posso così ammirare meglio il sorgere del sole. Ecco che piano il giorno avanza, il cielo si rischiara,un primo raggio di sole appare all'improvviso da dietro la rocca, poi ecco che avanza il giorno.
Guardo nella stretta valle brillare la brina, e sù in collina rosseggiare i mattoni del borgo di Cigoli,
Perchè mi sono alzato?, mi domando. Nel letto caldo potevo stare fino all'ora di colazione?
Ma quante albe mi resteranno?
Quante volte potrò ammirare questa magia!
Bello è vivere nella magia che la natura ci offre.
Albe,tramonti, il mutare del tempo: nuvole, cieli scuri, temporali, lampi nella notte, arcobaleni,, il vento col suo mutare di intensità, di direzione, vento che rincorre le nuvole creando chiaroscuri fantastici,il freddo inverno la calda estate........

1 commento:

patrizio ha detto...

Riflessioni, seppur velate da una leggera malinconia, davvero poetiche!