lunedì 4 ottobre 2010

VIA FRANCIGENA



Ieri:giornata delle vie Francigene. Dopo il percorso Gambassi- pieve di Coiano al mattino, nel pomeriggio mi hanno coinvolto per le vie di Castelnuovo d'Elsa in una rappresentazione della novella del Boccaccio: fra cipolla.Mi sono vestito da frate.
DONNE DEI BLOG!SAREI STATO UN BEL FRATE? Nella foto sopra sono a destra in quella sotto sono a sinistra

7 commenti:

Sandra Maccaferri ha detto...

Davvero un bel traticello...eh...eh...eh!
Anni fa mio marito ed io abbiamo percorso alcuni tratti della Francigena scoprendo borghi, profumi , sapori...
Da rifare.

Sandra Maccaferri ha detto...

Ovviamente "traticello" sta per FRATICELLO! Sorry. ;0)

Sara ha detto...

Guarda con la scarsità di vocazioni che c'è, faresti anche carriera!

patrizio ha detto...

Oh Maresco fratacchione
con il saio e con il bordone
attempato fraticello
cosa fai su nel castello?
Io lo so, con due moine
benedici le sposine
che incontri per la strada
e lo cosa ben t’aggrada…

Patrizius
http://poetaperdere.splinder.com

maresco martini ha detto...

Sandra,io abito a san Miniato è proprio da quì che il percorso attraversa le belle colline della vald'Elsa in un paesaggio che cambia ad ogni km. Poi la bella pieve di Coiano già citata da Sigerico, ora in restauro avanzato dopo molti anni di abbandono.Poi a Gambassi terme l'altra importante : S Maria in Chianni.non cito San Gimignano troppo noto,ecc.

Sara: l'idea non sarebbe male ma tenere il cordone alzato alla mia età..........

Luigina ha detto...

Beh! Maresco devo dire che il saio ti dona. Certo che, se hai interpretato il ruolo di fra Cipolla, se non ricordo male la novell, sei un buontempone anche tu. La novella infatti è la celebrazione dell’intelligenza e della capacità di “sapersela cavare” anche nella situazioni più imbarazzanti e difficili che la vita presenta. Complimenti

maresco martini ha detto...

Grande riuscita di queste due giornate. Tanta gente ha riempito il piccolo paese, tanti a camminare sulla Francigena, Più di cento persone,molti cavalieri, moltissimi in montabike questo alla Gambassi- Coiano, ancora di più nei percorsi brevi una marea alla cena del Sabato e altrettanti al pranzo la Domenica: medievale.
Il tutto organizzato in un paese che ha forse 400 abitanti, un teatro e una compagnia teatrale da sempre.lLa tradizione boccaccesca continua!