giovedì 15 agosto 2013

FERRAGOSTO
Certo che è ferragosto e che vuoi portare per mangiare meglio di una pollastra fritta delle nostre?. Non metterci bocca!, quando si deve partire per una escursione io devo solo pensare a trovare posti nuovi. Vù direte: badalì!.
e invece è un compito arduo: ormai abbiamo-sfrascato- dappertutto nel raggio di un'ora e mezzo di macchina. Stiamo in un posto troiaio!: lontani dal mare, lontani dai monti! accidenti al tuo pipaccio!!! dice scherzando Chiara.
Ho se si salisse a questo Montefegatesi che ne parlano tanto bene..... Mi stà bene, basta stà poco in macchina.
Il satellite, guardo, non è facile trovarlo ma io hò una guida infallibile: se c'è il classico omino col cane..... buon giorno ..... per poco un ci accompagna.....
Subito da Bagni di Lucca si sale: tornanti secchi, un aria fresca entra in macchina, mi sembrava uno spregio stare in macchina, alla prima piazzola che capita mi fermo. Colazione, zaini e in cammino. Sono poco più delle otto, i normali dormono, in tutta la salita saranno passate si e nò 5 macchine.
Più si sale e sempre più bella è la montagna, panorama, fresco, o che vuoi di più....
In prossimità di Montefegatesi si devia seguendo l'indicatore monte Prato Fiorito, il tempo è passato è il - Cristiano- si è svegliato, comincia a salire una fila di auto e nei tratti in pari c'è lo sterrato e la polvere.
Si arriva in cima: un incanto! ma che bel posto, non c'è l'altitudine ma come è bello, ci addentriamo al fresco dei pini, tre signore ci accolgono con entusiasmo! ma... voi eravate a piedi a Granaiola?.. e siete arrivati... bravi! le guardo: di tre non se ne farebbe una a modo!,avranno portato i fiori ai mariti e via..... saliamo su di un cucuzzolo panoramico e si fà fuori la pollastra, due fette di dolce, un caffè .... oho che vuoi di più dalla vita!!.
Avevamo da camminare molto per ritornare, ma che un si và in vetta?
Dopo un riposino all'ultimo pino si sale sul primo monte. Bello, bello davvero il panorama, ma ci sarà il verso di scanzare popolo e polvere? Scendiamo in diretta seguendo labili percorsi di animali fra erba e felci e in un'ora siamo ai castagni e alla strada.
A Granaiola si ferma un'auto: sono le tre bertucce! bravi, ma volete un passaggio? ormai siamo arrivati, dico.
Tu ai fatto colpo! dice con malizia Chiara.
E ora mi aspetta il Sagro, il gigante monte dei carrarini........
M

2 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Capperi Maresco, ma vuoi mettere il conigliolo fritto?
Complimenti, bella escursione!

Sara ha detto...

Ti avranno visto in TV e ti avranno riconosciuto le tre. Ma speriamo che non leggano il tuo blog!