martedì 28 settembre 2010

STRADA BIANCA
Passavi col carro dei buoi
portando bigonci di uva.
Passavi nel caldo mattino
portando sull'aia il grano.
Passavi per andare al mercato
con ceste di frutta da vendere.
Ora vedi dall'appartamento
soltanto cemento, asfalto, finestre,
e da una di esse vedi lontano lassù,
sul colle di Marsana, l'ultima strada bianca
scampata per ora all'asfalto,
dove tu sei vissuto
prima dell'abbandono
per la conceria
per l'appartamento in paese.
Fra qualche anno
Chi si ricorderà di voi due?

1 commento:

patrizio ha detto...

Oh Maresco, castelnovino
la vendemmia, dia buon vino
se non lo da, dia vinello...
nelle vesti del fratello
di Fra Cipolla, certaldino
che farai su nel castello?
Dimmi tu, o commediante
ci sarà anche l' errante
pastore Remo Massaini
che ti recita il buon Dante
tra il profumo dei buon vini?
Ben lo spero, spasimante
e v' aspetto coi vicini...
un applauso assai gigante
vi vo' fa cari cugini!