domenica 4 novembre 2012

A MONTEMAGGIO: ricordi

video
O Gino, mio padre si chiamava Iginio, ma per tutti compreso mia nonna era Gino, Gino dì Martini, ai saputo? icchè? a Montemaggio i fascisti hanno ammazzato 19 ribelli, la parola partigiani venne dopo.
Erano in una casa e l'anno accerchiata, si sono arresi e l'hanno fucilati. Io ero accanto a mio padre e rimasi sconvolto, avevo visto -i ribelli quando vennero in paese e diversi li conoscevo come il Cibecchini e altri paesani.
Poi e passato il fronte, e i partigiani di Montemaggio mi sono rimasti nel cuore.
Sono salito molte volte lassù a Montemaggio,  e sempre mi sono commasso.
Da diversi anni, essendo appassionato del camminare conduco una rubrica in una trasmissione della tv di Empoli indicando percorsi nelle campagne della zona, e mi tenevo stretto il mio progetto: Con la scusa delle bellezze di Monteriggioni fare un percorso fino lassù dove morirono  i 19 partigiani.
E un pomeriggio con l'operatore regista realizzai il mio sogno: far vedere ai cittadini della zona il luogo dove 19 ragazzi morirono per la libertà.
Le riprese cominciarono da Monteriggioni  e facendo l'anello della libertà riprendemmo la casa dove avvenne il combattimento e poi la resa. Quando arrivai a parlare davanti i 19 nomi mi si bloccò la voce e mi misi a piangere. l'operatore mi disse: ho che fai piangi? si piangevo. Nel filmato non si vede, la bravura del regista... ma l'interruzione del parlare si.
Li in quel servizio ho realizzato un sogno, portare Antenna 5 lassù dove 19 ragazzi mi saranno sempre nel cuore
IL video è uno ho pasticciato e li ho messi due uguali....

Nessun commento: