martedì 20 novembre 2012

IL SOL DELL'AVVENIR

Tutta la vita a lottare per migliorare, a difendere , a rigenerarsi .  si, come scriveva Pavese: il mestiere di vivere, duro è stato a vivere -da precario- si! e che precarietà, bastava una gelata, la grandine ed eri a terra. Poi il provare la fabbrica, calzature: non sapevi mai se l'indomani si lavorava: cambio di stagione, crisi del dollaro ecc. Ma avevamo quella speranza lì: il sol dell'avvenire.
Cantava recentemente Bertoli: adesso dovrò fare le canzoni, con il dosaggio esatto degli esperti.......
Eccomi quì quasi al capolinea a fare una scelta alle primarie: ho scelto ma non lo dico, non voglio influenzare, ho essere criticato, ma in questa scelta non ci vedo più: -il sol dell'avvenir.-

2 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Dai, si sente che sei un renzino..io non vado perchè anche bersino....

maresco martini ha detto...

AVEVO SCELTO MA MI HANNO FATTO CAMBIARE IDEA.
mi auguravo che uscisse del nuovo ma i metodi di bombardare con ossessione la gente......
IO SONO UNO CHE HO MI SI LASCIA PENSARE, HO SI OTTIENE IL CONTRARIO.
un tormento i messaggini su faceboch .... non andrò alle primarie, a votare è un diritto acquisito ci andrò, ci mancherebbe.