martedì 21 gennaio 2014

ALLA PRIMA
Eccomi quì a raccontarvi come sono bravo in tecnologia:
Sin da piccolo inparai le prime soluzioni tecniche: imparai a guidare i buoi. poi con gli anni mi sono evoluto: ho imparato andare in bicicletta, poi un salto enorme: ho imparato guidare la Lambretta, ho preso la patente, poi il compiuter, E questa è la riuscita migliore, ma come?, mi dicono i pochi amici contadini della mia stessa età, sai andare al compiuter? Mavea a sudà! un tira mia le cornate!.
Ma il capolavoro di tecnologia l'ho fatto stamattina.
Decido di compperare la digitale nuova e come dice il vecchio contadino se un gosta tanto la piglio un poco meglio.
Te la compro io, dice mia figlia, poi me la porta.
Babbo, te l'ho anche montata. Un c'era bisogno io con le cose tecniche mi ci sposo.
Stamattina dico: provamola,prima di portarla dietro, un si sà mai, vado alla finestra niente un vedo nulla. E' nova vediamo un poco, le provo di tutte poi mi arrendo: e un và! la vado a posare e che ti vedo: aveva il tappo all'obbiettivo!
accidentattè e a chi t'ha fatto smette di vangà! mi sono detto

2 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Sei proprio ganzo, Maresco!
evvai con la nuova digitale e con il COMPIUTER!

Luigina ha detto...

Troppo forte Maresco! Comunqua capita anche ai più giovani e ai più tecnologici di te. Spesso le cose più semplici non sono le più scontate.