martedì 13 ottobre 2009

La favola dei lombrichi\ non solo per bimbi

Ho nonno!,me la racconti una favola.
Siediti sui ginocchi.
-Devi sapere che alla Catena di San Miniato fra il rio San Bartolommeo e la fattoria della badia,ora centro per malattie nervose e mentali dell'usl n 11,c'era il campo dell'ortolano Beppe, il quale concimava con letame e la verdura era bella e rigogliosa, lo stesso letame alimentava un gruppo di lombrichi che vivevano masticando terra ben concimata, una vita dignitosa e serena.
Alla morte dell'ortolano il campetto rimase incolto ed essendo terreno molto sabbioso
i lombrichi si trovarono presto alla fame. Masticavano terra in quantità ma essendo magra non si toglievano la fame.
Il lombrico più giovane disse: io quì a morire di fame non resto più, vado a cercare fortuna, e se mi trovo bene vi telefono,e partì.
Dopo pochi giorni al lombrico maggiore squilla il telefono, pronto? sono io il lombrico giovane.Hooo sei tu'ho come stai, dove sei?
Stò molto bene, ho trovato una concimaia,che bellezza!basta aprire bocca e siamo sazi. pensa: mi sono fatto anche una amante, una ingrassagalline che è una favola. Venite anche voi.
Il maggiore lombrico convocò subito una assemblea.
Tutti i lombrichi furono entusiasti di partire, solo uno il becio un vecchio lombrico venuto dalla Valdegola non fù d'accordo e disse: Mi raccontò mio nonno che ai suoi tempi un gruppo di lombrichi fu convinto da un certo lombroduce che promise loro una concimaia in affrica, non tornò più nessuno.io rimango.
La lunga fila dei lombrichi si allontanò diretta alla concimaia.

Passa una settimana e una sera il becio accende la televisione per sentire il telegiornale dei lombrichi: Strage alla Catena, tutti i lombrichi della concimaia sono stati catturati e portati al vicino laghetto di pesca sportiva per fare da esche!
fine

Ho nonno ma che finisce cosi?
ho nonno ma come fanno i lombrichi ad avere il telefono, la televisione...
Ho nonno ma chi te l'ha raccontata questa favola???

Me l'ha raccontata uno che poi l'hanno portato nel centro mentale, i dottori quando l'hanno visto hanno scosso il capo, poi hanno preso la canna, l'amo, gli ombrichi e sono andati a pescare.

1 commento:

patrizio ha detto...

Ganza, ganzissima, mi sembra quasi una favola di Esopo...
C'è riflessa, uno spaccato della nostra vita e della storia dell' Italia ducesca....
Bravo Maresco!!!
La frase memorabile: Mi raccontò mio nonno che ai suoi tempi un gruppo di lombrichi fu convinto da un certo lombroduce che promise loro una concimaia in africa, non tornò più nessuno.io rimango.