sabato 10 ottobre 2009

Ma a chi la racconti?

Ecco che si scopre la via Francigena, prima erano pochi studiosi di storia a sapere che nei nostri sentieri è passata nei secoli gente celebre che si recava a Roma per fede.Ora che i mezzi di informazione, giornali tv ecc. la annunciano di continuo. Si fanno convegni,si spiega che questa via era importante nel passato, e ora può essere di volano al turismo itinerante. Anche io mi sono allineato al coro per rivalutare questi sentieri, ma il mio è uno scopo diverso, è su questi sentieri che ho visto passare migliaia di persone fuggire ai bombardamenti,andare per elemosinare un pezzo di pane o fuggire dopo l'8 settembre dalle caserme per sfuggire alle deportazioni naziste. Poi file di contadine andare al mercato per vendere polli e conigli e comprare medicine. Ho visto passare sui sentieri gente più disparata, ma mai a nessuno è venuto voglia di valorizzare i sentieri perchè vi passava la povera gente.
Questa è la mezza falsità degli storici, si ricordano solo pochi potenti e non si ricorda chi ha fatto ricchi i potenti.Nessuno dirà mai quanta violenza hanno fatto certi potenti che per andare a Roma raziavano al loro passaggio,andavano a Roma per fede, ma i poveri contadini, i poveri braccianti come facevano a salvare l'anima, costretti a lavorare schiavi dei potenti.
La via francigena,è bene che sia rivalutata ma chi fa lo storico tenga conto anche di quelle migliaia di persone che a tratti l'anno percorsa cercando la sopravvivenza e magari portandosi al lato per lasciare passare coloro che erano gli artefici della loro miseria. Non credo che camminando sulla Francigena si faccia per fede, è solo la voglia di sfidare il fisico.
Li vedo passare, li saluto, a volte cammino con loro sicuri di emulare le gesta di celebri personaggi del passato. Io mentre cammino, mi torna alla mente le centinaia di persone sconosciute che per necessità di sopravvivenza anno percorso i nostri sentieri, è A LORO CHE Và IL MIO PENSIERO.

1 commento:

patrizio ha detto...

Verissimo quello che dici....
Fino a 2o 3 decenni fa, solo qualche storico conosceva o aveva sentito parlare della Via Francigena....
Ora invece va molto di moda....e come al solito, la si ricorda per qualche illustre personaggio che la percorse nel periodo medievale come quel Sigerico, arcivescovo di Canterbury, mica per i tanti anonimi pellegrini, che vi lasciarono la pelle, per gli assalti dei predatori, di gente del malaffare ecc. ecc.