sabato 25 dicembre 2010

Memoria lontana: IL ROSBIFFE

Era il 1943 io abitavo a due passi dalla scuola. Anno di guerra, erano cominciati i bombardamenti aerei su Firenze e Livorno,la scuola chiuse,per gli scolari e si riempì di sfollati dalle grandi città. Un giorno mia madre, che aveva fatto amicizia con diverse sfollate,arrivò in casa e disse: mi ha insegnato una sfollata come cuocere il magro, deve essero buono..... il giorno dopo Natale lo cucino. Non è che di magro ne circolasse nei tegami di casa mia, poi cotto alla francese... per una settimana non si parlava d'altro. La mattina in cucina, un odorino..... finalmante a tavola. Arriva la minestra e mentre noi mangiavamo mia nonna tagliava a fettine il rosbiff< la e la aggiungiamo noi toscani<.Appena il vassoio arriva in tavola suona l'allarme aereo, mio padre mi prende per mano e dice agli altri: via giù nel fossone sotto casa. Si corre, non facciamo il tempo a sdraiarsi a terra che si sente il rombo degli aerei e poco dopo gli scoppi delle bombe su Empoli.dopo il cessato allarme vedemmo in direzione di Empoli il fumo. terrorizzati ci avviammo a casa, per strada mio padre disse : domani cominciamo a costruire un rifugio sotto il masso di tufo.... e lentamente ci avviammo a casa per manciare questo rosbiffe: le fettine raffreddate erano diventate come suola da scarpe.......

2 commenti:

Luigina ha detto...

Accidenti che ricordo! Ma sicuramente lo avrete mangiato con gusto per lo scampato pericolo.

patrizio ha detto...

Oh Maresco cuciniere
che ci sforni dal carniere?
Toscanaccio e toscanello
fai davvero un bel macello...
Il tuo rosbiffe è gustoso
se servito col peposo...
scusa tanto il mio rimbrotto
con la trippa e il lampredotto
di Firenze due bei piatti
noi Toscani si va matti...
Mi ricordo anche mi nonna
con il golfe e con la gonna
quando io ero piccino
mi coceva il rosbiffino...
che buttava un odorino
che svegliava anche il gattino...
Oggi invece insomma, insomma
è un mangiar tutto di gomma
con un gusto unificato
che ripudia anche il palato...
Cosa vuoi, oh Mareschino...
questo è il mondo, questo il vino
non ci sono più sorprese
fatti un roast-beef all' inglese....