mercoledì 16 marzo 2011

BUONGIORNO


Stamattina mi sono alzato, guardo, il tempo è incerto, ma non piove,anzi del lato orientale,verso la rocca, in cielo c'è uno squarcio di sereno.Sulla strada è silenzio così posso godere del concerto che i tanti uccelli intonano nel bosco sotto casa.
Nostalgia... ho trascorso tutta la vita fra rumori di ogni genere, parlo dei rumori artificiali fatti da noi per rincorrere il fumo della vita, ma ora mi accorgo di quanto e bello a volte lasciarsi andare ai rumori naturali del vento, della pioggia degli altri esseri intorno a noi.

Buongiorno Italia! quella che ho sempre amato, l'I talia dei contadini, degli operai,degli artigiani, degli intellettuali che hanno fatto con tanti sacrifici e tante lotte bello questo nostro paese, senza mai apparire nei discorsi ufficiali.

2 commenti:

Sara ha detto...

Quella che tu sottolinei è l'Italia vera, è il Paese di cui dobbiamo andare orgogliosi: come un fiore in mezzo alle malerbe.

Il poeta sulle 23 ha detto...

Maresco, complimenti, un bel pensiero, per festeggiare degnamente, questo giorno.
Via l' Italia della gente semplice ed onesta, viva l' Italia e la sua cultura tutta!