mercoledì 9 marzo 2011

CHE GIORNATA!


Mi sono affacciato alla finestra: che bella giornata, il cielo è sereno, solo giù nella valle una leggera foschia e tanta brina, ma si sa a Marzo col sereno si sciogliarà presto. Sono questi i giorni della potatura degli ulivi, ne ho potati 20 e sono soddisfatto: gli ulivi sono in buona salute hanno una frasca rigogliosa e non hanno sofferto delle gelate invernali come lo scorzo anno. Non sono un potatore eccellente me la cavo benino ma si sà ognuno ha un suo metodo di potatura.
Racconto un fatto: Quando mi stabilii in collina il primo anno non avevo tempo per potare, ero artigiano e lavoravo in un fondo sotto casa. Prenotai un gruppo di potatori bravissimi e in un giorno me li potarono tutti. Sul finire venne uno scroscio di pioggia e i potatori si ripararono nel laboratorio, davanti c'èra una pianta di ulivo, si misero a discutere come andrebbe potato, finì che quasi litigarono: ognuno l'avrebbe potato in modo diverso!

2 commenti:

Lara ha detto...

Che bel mondo ci racconti, Maresco!
Olivi, potature e potatori che litigano sul modo di potare. Tutto questo è pace, natura buona, distacco da tutte le mostruosità di questo mondo.
Si sta bene qui da te!
Ciao,
Lara

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco potatore,
tu li poti alla roventina?