martedì 1 febbraio 2011

Ricordi: il sostituto

Il medico di famiglia deve andare in ferie e annuncia ai suoi pazienti: vi lascio in mani buone, mi sostituirà un giovane e brillante medico appena tornato dall'Inghilterra per specializzarsi. Al mattino dopo i pazienti bisognosi di cure recatisi all'ambulatorio trovano un medico Giovanissimo. Avanti il primo. Entra una giovane signora e quando dopo un bel pò esce dalla visita è sconvolta, lo stesso capita a quasi tutte le persone, poi il perchè si viene a sapere un poco alla volta col passare dei giorni:il dottorino come nel frattempo viene chiamato, a molti pazienti diagnostica un grave esaurimento nervoso. Poi col passare dei giorni si comincia a dubitare, possibile in un paesino tranquillo di gente che lavora ci sia tutta questa gente dal sistema nervoso fragile a tal punto? La cosa degenera quando il dottorino visita alcuni malati di mente,conosciuti da tutti tranquillissimi, e li classifica pericolosi da ricovero urgente. Subito allora si informa il medico in ferie al paese nativo che subito ritorna ed il paesino ritorna alla normalità. Come mai è possibile, fù detto poi al medico,che un giovane e preparato medico abbia fatto errori simili? La mancanza di esperienza della zona fù la risposta. Il giovane non si rendeva conto che visitava lavoranti a domicilio che lavoravano anche la notte, calzaturieri che lavoravano 10 ore, ecc... Lui figlio di papà ci riteneva tutti stressati.

4 commenti:

Sara ha detto...

Maresco sto leggendo un libro bellissimo: a tratti mi fa ridere per le espressioni colorite e incisive, a tratti mi mette tristezza, per il destino di tante persone perbene, ma soprattutto è un libro in cui Natura e Umanità si incontrano, fronteggiano, talvolta vanno di pari passo...ma sempre con gran dignità!

Lara ha detto...

Umanità e umorismo... Bel post!
Ciao Maresco, buona giornata!

giacynta ha detto...

L'esperienza è tutto. Naturalmente è necessaria una buona dose di umiltà per lasciare che ciò che ci capita ci insegni qualcosa. Forse è questa la cosa più difficile...
Ti auguro una buona giornata!
Giacinta

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, bravo e dotto
anche il medico condotto
con tutta la sua scienza
se non ha l' esperienza
se sei insoddisfatto
ti prende per matto...