venerdì 11 febbraio 2011

STORIE DI GUERRA

Quando arrivarono le truppe tedesche cominciarono per i contadini i sequestri di polli, asini cavalli ecc. Tutto quello che c'era da mangiare andava nascosto bene altrimenti arrivavano e ti portavano via tutto,e zitti altrimenti portavano via anche uomini.Questo è risaputo, dovevano nascondere tutto; il bestiame veniva nascosto nelle forra e lì i sequestratori che agivano in pochi non entravano, avevano il terrore dei partigiani, ma a volte li sentivano nitrire, belare, ragliare a secondo le bestie, allora entravano e portavano via.Chi nascondeva un orcio sotterrandolo chi usava per nascondere altri ingegnosi trucchi.
Arriva una colonna di soldati tedeschi per accamparsi in una valletta ma un fosso impedisce loro di passare, subito un maresciallo comanda a due soldati di prendere le accette e di tagliare un grande cipresso, i due ci danno alla grande finchè il grosso cipresso cade, l'intenzione era quella di fare col tronco un ponticello.
cominciano a tagliare i rami del cipresso e sorpresa: un contadino nella chioma del cipresso aveva nascosto un prosciutto.La felicità dei tedeschi fu tanta ballarono, cantarono, il povero contadino assistè da lontano alla fine del suo bel prosciutto.

2 commenti:

Sandra ha detto...

Si immagina la scena: gioia per alcuni e rabbia per altri. La vita.

Sara ha detto...

Vai a pensare...che sfortuna povero contadino!