domenica 2 settembre 2012

IL LUPO , IL CAVOLO , E LA CAPRA.

Immaginatevi in una stanza due bimbi piccoli e un cucciolo di cane: Il più tremendo è il cucciolo di cane: si vedeva espropiato dalle coccole giornaliere e non seguendo le regole della favola ho lasciato capra e cavolo e mi sono portato via il lupo.
E dopo le piogge camminare in zona è stato piacevole: niente insetti e la campagna ricomincia a vivere.
Mi sono fatto un piacevole giro in zona: ecco la valle di bacoli sopra il rudere di una casa dove un tempo abitavano due mezzadri che ho conosciuto, ora verrà costruita più in alto e diventerà residenza con tanto di recinzione e cane da guardia, brutta fine di una casa contadina, la preferivo rudere che abitata dal solito arricchito.
in compenso ecco uno che ancora coltiva bene: zucche! in quantità .
la valletta di bronconaia. in alto casa mia. e da casa ecco la valletta

2 commenti:

Pierrot ha detto...

Grazie alla tua discrezione ho immaginato essere in quei post.
Bonne semaine Maresco e un bau al cane. No al nuovo arricchito.
Pierrot.

Il poeta sulle 23 ha detto...

Lasciami i semi di zucca. Li userò per fare prevenzione alla prostata. Dicono che fanno bene, visto che non siamo più dei giovanotti....