martedì 11 settembre 2012

Lutto al Cornocchio

Tante, tantissime volte vi ho parlato del Cornocchio un poggione nel comune di Volterra dove facciamo molta camminate. E' Il Cornocchio nel centro fra San Gimignano e Volterra, terra nel dopoguerra abbandonata dai contadini a mezzadria e rimasta per anni abbandonata fino a che i turisti nordici, l' hanno apprezzata come meta turistica visto i due centri turistici famosi, le fattorie. i luoghi da incanto come il paese abbandonato Castelvecchio, il castello del Voltraio, Pignano ecc. oltre alla vicinanza dai due colossi medievali, c'è di tutto compreso un ambiente naturale favoloso. Cominciarono le due Chesler molti anni fà, ora il Cornocchio e i suoi agriturismi  invisibili dentro bosco, calanchi, ho in piagge sterminate hanno visto di tutto. Ma soprattutto i Tedeschi, dapprima mi dava fastidio quella parlata sentita in guerra, poi incontrandoli spesso con zaini e digitale, un saluto e via, al Cornocchio i tedeschi ora in bici o a piedi sotto il sole cocente fanno parte del paesaggio. Moltissimi prendono le bici a noleggio e a grandi gruppi li vedi pedalare rossi come peperoni, sudati sorridono felici, io a volte li incito in Toscano: forza Franze! dai che smaltisci patate e birra!. Loro naturalmente non capiscono ma intuiscono che non sfotto ma solidarizzo a modo mio.
Ieri sulla salita del Cornocchio un turista tedesco in bici si è accasciato al suolo e una macchina l'ha travolto.
Non so che nome abbia, non mi importa saperlo, ciao  FRANZE,e' morto uno di noi, uno come me che per amore di un luogo a volte esagera, spinge troppo sui pedali ho cammina fino a soccombere. 

2 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Capperi Maresco, il Cornocchio è il luogo ammatedeschi.
Qualche anni fa, subito dopo il Cornocchio, c'era sul lato della strada una croce, ed una targa bilingue che ricordava che un tedesco vi era moto, cadendo dalla sua moto, proprio su quella semicurva. Oggi, leggendoti, mi confermi un' altra morte. Anch' io mi associo al tuo estremo saluto. Forza Franze, e grazie di aver scelto questi nostri posti, prima di morire.

Il poeta sulle 23 ha detto...

correggo post precedente:
INTENDEVO DIRE OVVIAMENTE: AMMAZZATEDESCHI.