giovedì 23 febbraio 2012

Raglia, la mercegaglia.


Il sindacato difende i vagabondi e i ladri:O!!!! Ma come si permette, come facciamo a permetterglielo! Ho settantasei anni e ne ho viste di tutti i colori le ingiustizie e come certi industriali e agrari in che condizioni ci facevano lavorare.Dal non rispetto dei contratti all'ambienti di lavoro. Quanti operai conciari, calzaturieri, cavatori,ammalati e morti di tumori lavoranti a domicilio e contadini, sì anche contadini ammalati da comcimi chimici, crittogramici, schiacciati sotto trattori. Sono migliorate le condizioni di vita,negli ambienti di lavoro, ma quanti scioperi abbiamo dovuto fare per la salute negli ambienti di lavoro?. Voi industriali e agrari ve ne stavate negli uffici o nelle fattorie ma chi respirava in ambienti malsani le porcherie che ci facevate produrre? noi lavoratori. Quanti industriali sono falliti per andare a puttane o altro lasciando senza liquidazioni e senza versare contributi ai lavoratori?
Mi sembra di essere un sopravvissuto avendo respirato come altri che non c'e l'hanno fatta, i veleni delle lavorazioni nocive.E' stato il sindacato che in tutti questi anni mi ha difeso e mi difende anche da pensionato e ora mi indigno! sì non accetto che si dia del vagabondo e ladro a chi vi ha fatto fare i quattrini!!

8 commenti:

Alberto ha detto...

Nemmeno un minimo di pudore questi qui. Ma si può pretendere pudore dai padroni?

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, poverino
così vuole il popolino...
più lo prende nel culino...
più vota il furbettino....

Sara ha detto...

Maresco ti adoro! se permetti faccio un link a questo post dal mio blog?!

viola ha detto...

Splendido ! Complimenti, concordo appieno:)

Adriano Maini ha detto...

Stiamo sprofondando in un nuovo Medio Evo!

il giardino di enzo ha detto...

Siamo in piena Era Volgare.

Primo Ultimo ha detto...

Bravo! Parola sacrosante.

Ernest ha detto...

senza vergogna!