giovedì 24 maggio 2012

Tentazioni?

Leggere, camminare, i lavori nel poderino:  La pensione mi aveva tolto da un lovoro artigianale certosino e uggioso e molto precario, ero al settimo cielo.Poi lo scrivere, il compiuter, la tv e quella poca notorietà locale, mi anno stravolto abitudini di anni. Ma come non vieni quì....., tu dovresti....   Ero da anni un perfetto sconosciuto e ora le troppe occupazioni mi stancano. Mi ripropongo di darmi una regolata, dopo questo basta! Poi  ci ricasco. Devo fermarmi, tornare indietro, poi gli spostamenti costano, la benzina costa, la pensione non permette.
Bisogna che mi dia una regolata , via dal pubblico, ritornare nell'anonimato perchè più di tanto non posso dare. 

3 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, superstar
ora indietro, non ti puoi tirar

strega bugiarda ha detto...

Spesso non commento, ma non passa giorno che non ti vengo a trovare, molto che mi fai vedere è nuovo, ma tanto è anche conosciuto e mi emozionano i ricordi di quando abitavo in Chiantishire.
Maresno mi raccomando, non è che vuoi indietro tutti i regali che mi hai fatto?
Un sorriso
Gingi

Sara ha detto...

Magari ti riposi un po'. Anche a me è capitato di dover scegliere e dunque quando ho iniziato a fare la rappresentante sindacale ho smesso di fare teatro. Più che altro mi dispiaceva non stare con mio marito a causa dei troppi impicci.