lunedì 10 gennaio 2011

ricordi lontani

Una lettera di mia madre, ero militare al car di Brescia,dopo i saluti senza giri di parole, come era abitudine nel mondo contadino, mia madre mi annuncia che l'anno prossimo cambiamo podere, torniamo nel piano di San Romano A 15 km di distanza. Non potevo farci niente, cambiare podere voleva dire cambiare casa, amici,ripartire di nuovo con tutto ricercare amicizie, fiducia. Ogni tanto mi ritorna alla mente questi spostamenti forsati per vivere meglio, ma che mi hanno segnato profondamente. Forse è per questo che guardo quegli occhi tristi di tanti emigranti che hanno affrontato patimenti e ingiustizie per migliorare le loro codizioni di vita.

2 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, Mareschino
ho aperto su Blogspot
anch'io il mio bloggino.
Non chiedermi perchè
si chiama Il POETA SULLE 23!

Il poeta sulle 23 ha detto...

Maresco, ti ho citato ancora nel mio post, sulla trippa di Castello.
Ciao
Patrizio