sabato 28 maggio 2011

AL CONTADINO NON FAR SAPERE... MA AL FIGLIO DEL CONTADINO'




Dice il proverbio al contadino non far sapere come è buono il cacio con le pere.
Ma al figlio? che non ha tempo ne voglia di vedere cosa produce la terra?
Parlando al telefono col figlio mia moglie le ha detto che abbiamo seminato i ceci. Ma come crescono i ceci sottoterra?è stata la domanda. Poveri noi, dopo ha detto Chiara, chissà cosa si immagineranno i figli dei cittadini! Bè provvedo. ecco una coltivazione di ceci , hanno già formato il seme. Sono anche belli da vedere.

3 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, scusa, non volevo assolutamente dare del pisano a te.
So bene, che sei nativo di Castelnuovo Val d' Elsa, in via Fontebucchi.
La mia era solo una precisazione per esigenze di rima, o meglio dire a titolo esplicativo di quei pochi versi di commento.
Ciao e buon blog!

Costantino ha detto...

Essendo figlio di contadini,non lo potrò mai sapere!

Ambra ha detto...

Il fatto è che i padri desiderano che i figli seguano le loro orme, ma molto spesso i figli vanno per un'altra strada.
Per i padri (e le madri) è certo un po' amaro vedere o prevedere che quello che hanno amato, cercato, costruito per una vita, andrà perduto perché i figli guardano da un'altra parte. Ma in fondo perché? E' anche bello aver vissuto solo per sé.