giovedì 19 maggio 2011

A BOLOGNA

Ve lo immaginate Maresco e moglie per Bologna, calma! arrivo in treno, niente auto: o come farei abituato a parcheggiare in cortile a cercare parcheggi, fare manovre ecc.
Andrò a trovare mio figlio che abita a Bologna da parecchio tempo, partito per inseguire -u pilu- e ci è rimasto e presto arriverà il nipote. Me lo immagino già mangiatore di tortellini e quando lo chiamerò mi dirà sci per dire si. Destini della vita: io mettevo il collare al maiale, mio figlio vende collane alle signore.
Poi l'incontro con gli amici blogger,una coppia la conosco agli altri dico di non aspettarvi chissà che. Sono un vecchio ummarell amante della campagna e del camminare che si spaccia per scrittore e conduttore televisivo, in realtà sono -un incisore del globo- con vanga e zappa.

4 commenti:

Krilù ha detto...

Per me sarà un vero piacere ed un onore conoscerti Maresco.

Sandra M. ha detto...

Maresco, sarà bello rivedervi.
Una abbraccio virtuale , in attesa di quello vero.
:O)))
Sandra a Franco

Gianna ha detto...

Non vedo l'ora di conoscerti!!!

Il poeta sulle 23 ha detto...

Sì,sì,la sai lunga, caro umarell......