venerdì 2 marzo 2012

I LADRI DI OPERE D'ARTE

-Buon giorno Mario-, -buon giorno dottore,ma..., io non l'ho chiamata,- -si lo sò Mario ma passavo e mi sono fermato a vedere la chiesetta- Bella davvero. -Un tempo tutti gli anni veniva fatta in Agosto una grande festa,disse Mario, al mattino la messa, al pomeriggio una processione con tanta gente, era da secoli che si celebrava e diverse coppie devono il loro sposarizio a questa festa,poi con gli anni e la guerra non si è fatto più niente, Ora la teniamo pulita e aperta a chi vuole vederla e nel mese di Maggio mia madre con altre donnette vi recitano i maggi.-
Allora la tieni sempre aperta?- sempre!. Ma lo sai Mario che quel quadro specchio alla parete è del settecento e vale parecchio? Boo, ho dottore!, io riconosco bene una vacca chianina, una frisona ho una mucca pisana, ma poi se un quadro ha valore ho è uno scarabocchio un lo sò.
Senti Mario, io quel quadro lo vedrei bene in casa mia, tanto prima o poi qualcuno se lo prende. Facciamo così io lo faccio sostituire con una copia uguale, a Firenze c'è uno che è un genio a fare copie uguali.... False!, disse Mario. Diciamo uguali. Altrimenti che fine farà? Ne ho già parlato col prete, lui non sa niente...... Una sera vengo e lo sostituisco.
Un momento dottore! lei porterebbe via il quadro dalla chiesa? disse Mario, Ma cosa temi il peccato?disse stizzito il dottore. Senta dottore, a differenza di tanti io non sono un credente ma sono una persona onesta e finchè io abiterò in questa casa con accanto la chiesetta nessuno toccherà il quadro, anzi da ora in avanti la terrò chiusa a chiave e mi raccomando, occhio, io non starò zitto.Non me ne voglia dottore io sono fatto così.
Dopo due anni Mario lasciò la casa e andò mezzadro in un altro podere lasciando quello che aveva trovato. Sono passati tante decine di anni da questo episodio i personaggi sono tutti morti e ora posso raccontare.

2 commenti:

Massimo Caccia ha detto...

Un bel racconto: vero ed evocativo allo stesso tempo. Così è la vita!

Il poeta sulle 23 ha detto...

Maddai, lo vendevi, e ti compravi una bella villa...
tanto l' onestà, in questa italietta di truzzi, viene premiata???
Guarda, Monti o no Monti come tutti i furbetti, continuano a ridersela....
Scherzo, Maresco, sarei anch'io così.
Sai come dice un proverbio toscano?
Per i fessi, non c'è medicina, per i furbi c'è la china....