lunedì 26 marzo 2012

In viaggio nell'aldilà. racconto a richiesta.

Sentivo un mormorio appena indistinto, parole appena sussurrate:-è daultimo! Ma il prete l'avete chiamato?, come faccio a chiamargli il prete? non li ha mai potuti vedere!. Ma in banca ci siete stati? Si sono daccordo col direttore appena .... girano tutto sul mio conto. E' altrimenti si prendono una bella fetta le tasse. Ma il funerale lo voleva civile?. Ha sempre detto che quando muore: arrangiatevi, se non volete sentire puzza portatemi dove vi pare anche sotterratemi sotto al fico.Io sentivo quello che dicevano avvolto in una nebbia sempre più fitta ho sentito appena le ultime parole: riposi in pace.

Una sega! un branco di vernmi cominciano a mordere in un attimo diventano migliaia. Quelli del cervello fanno subito una manifestazione perchè l'hanno trovato vuoto e reclamano una chiappa del culo. E l'anima li vicino non la cercava nessuno, pensai: se non mi muovo quì la situazione non si sblocca.
Andrò per primo al limbo visto che un credente non sono mai stato.Viaggiare in spirito che bellezza, hoo e si vola, senza il peso corporeo e frattaglie varie, senza il colesterolo, il codige fiscale, il cellulare, senza gli industriali lamentoni che con le tasse non si và piu avanti,senza quelli che dicono si stava meglio prima, meglio un uovo oggi che una gallina domani e intanto alle galline danno la miscela perchè facciano più uova, insomma senza tutto il superfluo che mi sono portato dietro per tutta la vita,senza la vita e la paura di morire....Ho! non finisco di fare queste riflessioni che sono davanti il limbo. Una scritta gigante: chiuso per ampiamento. suono al campanello spirituale un'anima nervosa si affaccia e dice in toscano: un vi si può mia piglià tutti, da quando darvin, carlo marse e pannella arrivano a valanga, meno male hanno fatto il p.d. e i comunisti vanno tutti in paradiso coi punti delle coop. Ora si deve fare il piano regolatore quello si discute anche nell'aldilà,
Proverò il purgatoruio, ma la parola non mi piace: una volta andai con Sante a bere l'aqua purgativa di pillo, non l'avessi mai fatto, cacai anche in mangiare prossimo.
Riparto in volo e in un attimo sono davanti il purgatorio, che disordine mucchi di anime da depurare ogni tanto a una arriva una messa in suffragio la depurano e la spediscono in paradiso. Ma penso: i rifiuti dove li metteranno? faranno la raccolta differenziata?: i moccoli da una parte,le bugie da unaltra, le falsità,da unaltra parte, poi i rifiuti speciali come le trombate dei preti.... Ho che discarica avranno, altro che PECCIOLI. Mi metto in fila ma quando arrivo dal depurante mi esamina poi grida: allinferno! Andare all'inferno è ancora più facile, si scende. Che postaccio! l'avete presente un posto dove non vorresti mai andare? peggio! Un grande cratere dove milioni di anime dannate si aggrappano in cima un tremendo precipizio, ma non vedo il fuoco: mia nonna mi diceva se bestemmi il diavolo ti brucerà nel fuoco eterno. Domando a uno : ma il fuoco? Spento.Dico come mai? Mi risponde; il diavolo si è fatto convincere tempo fà dalla reclame- il metano ti da una mano. Ora le anime russe litigano con le anime ucraine e non lasciano passare il metano. Il diavolo ha dovuto mettere a cassa integrazione tutto l'inferno. Ma vedo in mezzo quattro frati domando: cosa avete fatto? avete trombato qualche suora? Risposta: e ce la dareste buona non c'è in tutti i conventi una suora abbordabile, ci ha mandato il papa a bruciare monsignor Melingo. Stia zitto quello se non lo bruciano ci fà dannare: benedice le dannate e le tromba hooo e c'è la fila. O il diavolo non c'è? no!, è fisso in medioriente a fargli fare guerre. MA.. O che faccio, arriva la solita anima fiorentina dalla battuta facile: ma che ti garba l'inferno? è facile andarci: torni in vita nero, monti su una barcaccia sbarchi a pantelleria, ti porteranno in un centro poi scappa e vai a cogliere pomodori. Più inferno di così.
Io vado via dico al custode, non ti regge nessuno, ma ti avverto per andare in paradiso c'è una salita lunga come la fame. A proposito un ho più mangiato. Quì non si mangia, si fa in pieno di spirito. Entro nel ristorante il cameriere mi dice: menù unico, spirito alla diavola, per il pagamento: dieci moccoli e un accidenti alla camusso. Domando per il paradiso... e tu stai benino da quando un c'è più berlusconi si và a scalare: rinunci all'articolo diciotto e fai un pezzo. ti fai licenziare, un'altro pezzo, te sei pensionato rinunci alla pensione ti facciamo attaccare ad angiolino che ti trainerà in paradiso, arrivo dopo secoli in paradiso, che postaccio, il più grasso è Fassino,. sopra i monti poche anime privilegiate godono da maiali, tutti gli altri li radunano in una spianata e li trinciano. Mi spingono nella radura e vedo la fornero che guida una macchina trincia anime, mi si avvicina urlo!!!!!1 Salto in aria e mi sveglio! Mia moglie mi sgrida: non sei più giovane per digerire le cipolle a cena!!!

6 commenti:

Luigina ha detto...

Mi hai fatto ridere da...morire :))))

Krilù ha detto...

Maresco, sei fantastico!!!!!!
Mi si è indolenzita la pancia dal gran ridere.:))))

Il poeta sulle 23 ha detto...

Capperi, Maresco, neppure l' Alighieri in compagnia dell' attro grande Virgilio, fece un viaggio così ricco di fantasia e di incontri speciali come il tuo.
Direi una commediaccia quasi in vernacolo, la tua.
Capperi, però, neppure nel limbo o purgatorio, sono riusciti a purgarti quel tuo bisticcio che hai sempre avuto con le acca: ho invece di oh. Eppure, io ce l'ho messa tutta la mia buona volontà, per educarti. Te l' ho scritto mille volte Oh, Maresco!
Dai, comunque, non disperarti, abbi fede!
Cazzo, sei riuscito a vedere perfino Fassino grasso. Miracoli dell' oltretomba, eh?!?
Mi raccomando, non mettere su molta ciccia tu, altrimenti, dovrai rinunciare ai sentieri dell' aldilà!!!
Chiudo con questo distico:
Oh Maresco alla purga nel purgante
superi alla grande il sommo Dante!!!

Soffio ha detto...

Tranquillo, in ogni caso pare l'inferno sia vuoto

Ernest ha detto...

grazie

il monticiano ha detto...

Uno spassosissimo post dall'inizio alla fine.
Complimenti vivissimi, la fantasia burlona non ti manca davvero.
Dalle tue parti ci sono persone come te che ci fanno morire per il gran ridere.