martedì 13 marzo 2012

L'orto vuol vedere l'uomo morto.

Da stamattina si incomincia a lavorare nel terreno sul serio: puntatina al mercato di Fucecchio, si Fucecchio non è famoso solo per il paese di Indro Montanelli o per la tanta storia data dalla via Francigena, ma essendo intorno zona agricola ha il Mercoledì un grande mercato dove si trova di tutto. E stamattina mi rifornirò di piantine di pomodoro, di insalata. Poi prenderò 10 pulcini, che non si sappia in giro, la volpe è sempre in agguato. I pomodori li impianterò in serra, è ancora presto per fidarsi del clima.
Continuo la potatura degli olivi, le patate novelle sono nate bene ma vogliono una zappatina del terreno, i ceci li ho seminati ma il terreno per seminare fagioli attende la vanga.
Da oggi in poi cantando e vangando al ritmo della locomotiva di Guccini cercherò di fare tutti questi lavori e stonato come sono spero di far piovere.... ce ne vuole di pioggia.

5 commenti:

Massimo Caccia ha detto...

Allora buona giornata e buon lavoro!

Primo Ultimo ha detto...

Una giornata bucolica la tua... resa più industriale dalla locomotiva di Guccini. Buona giornata.

Sandra M. ha detto...

Ricomincia il lavoro alla grande in quel tuo angolo di paradiso!

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, fucecchiello
con la vanga e con il rastrello
al mercato a fare il pieno
poi di corsa come un treno
a piantare il pomodoro
nel recinto con l' alloro
a piantare la patata
al riparo della brinata
pianti e allevi anche i pulcini
per gli amati nipotini
dai, su, fatti coraggio,
dopo aprile arriva maggio!

silvia ha detto...

mio padre mi ha commissionato l'acquisto di 12 piantine di pomodori a grappolo, 12 pachini, 12 cuori di bue, 12 peretti.
speriamo che il vivaio non mi venda delle ciofecate.
buon lavoro, che dio te la mandi buona (l'acqua, in primis)