giovedì 1 marzo 2012

rispetto per chi lavora

Ieri pomeriggio sono andato nell'ufficio della mia assicurazione per fare una variante , cosa di un minuto; quando quasi a fine pratica si è bloccato il compiuter, l'impiegata ne ha provate di tutte, niente da fare, non era colpa da li ma dal terminale, mi si scusa e comincia a telefonare trovando sempre occupato, passa del tempo e io vedevo il disagio di questa ragazza, sono intervenuti altri colleghi anche forse il capufficio, niente. Ogni tanto mi diceva : scusi,intanto passava il tempo, io li seduto attendevo, non guardavo l'orologio per non sembrare scortese, mia moglie mi attendeva in una casa e non aveva il cellulare, poi dovevo ritirare l'auto alla concessionaria. Mi hanno offerto un caffè, non ho accettato solamente perchè non prendo caffè al di fuori dei pasti principali. ALLE 18, 15 dopo molto attendere hanno rintracciato quello giusto e zacchete! trenta secondi e la pratica è pronta: Mi hanno ringraziato e si sono scusati per il disagio, io ho risposto alla mia maniera: sono in pensione e del tempo ne ho da vendere.
Avrei voluto dire che in 76 anni almeno una cosa l'ho imparata: avere rispetto per chi stà lavorando. Per la cronaca: ho preso la Panda. ma non per rispetto a Marchiorre lui non lavora, torturerebbe chi lavora.

6 commenti:

Luís Coelho ha detto...

Problemas de comunicação.
Hoje habituamo-nos às comunicações rápidas e quando elas falham sentimo-nos vazios e até com parte do nosso tempo perdido.
A google e a Net deveriam ter mais respeito pelas pessoas que pagam os seus serviços.

Alberto ha detto...

Avresti anche potuto uscire e farti un giretto. Con questi tempi nevrotici è ammirevole questa tua pazienza.

Rita Baccaro ha detto...

Complimenti per la pazienza, frutto della saggezza!
E tua moglie è stata altrettanto paziente al tuo ritorno? :-))

Krilù ha detto...

Sei un grande saggio Maresco, e mi piaci ogni giorno di più.
Non si adombri per questa mia esternazione la deliziosa Chiara (alla quale mando un bacio): Lei ha ben compreso cosa intendo dire.

Ernest ha detto...

quello che hai detto è davvero importante
un saluto

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, scusami, ma anch'io ero con il mio computer in manutenzione. Mi sono perso, senza poter commentare i tuoi posti sui poeti in ottava rima.
Ciao