giovedì 11 agosto 2011

QUANDO ANDAVO IN FERIE A CARRARA

Si ci và la gente in ferie nella zona Apuana, ma nessuno parla in termini entusiastici come altre zone reclamizzate, forse è colpa delle industrie chimiche del dopoguerra, ma ora non ci sono più da anni. Eppure c'è la spiaggia. c' è il molo del porto. Vicino c'è le spiaggette e gli scogli di Montemarcello.
Poi le Apuane che sono monti veri dove puoi fare escursioni e roccia al mattino e il pomeriggio ti tuffi in mare, c'è la storia con Luni.castelli come quello di Sarzana,Moneta, Massa, Fosdinovo ecc. boschi paesi caratteristici...

Un tempo ormai lontano era la mia meta preferita, mi stabilivo a Fossola dai suoceri poi i suoceri purtroppo se ne sono andati e la scelta di tornare in campagna le ferie sono limitate a escursioni giornaliere....

Tenevo molti anni fà la bici da corsa, con la quale scorrazzavo nei lungomare e struffiavo sulle dure salite, si , perchè non esistono salite umane, o pari o dagli sotto per non scendere.
Mi ricordo di quella volta che salii a Fosdinovo alle 16 del pomeriggio,quando arrivai al paese una colonia di ragazzini mi incitò ironicamente: forza Mercx da toscanaccio non dico come risposi.
Non racconterò quando dovetti fare a piedi lo strappo dopo Castelnuovo Magra, ma racconterò dell'ultima volta che: Partii da Carrara e feci il grande giro: Sarzana, Santo Stefano Magra, Aulla, Pallerone, Ceserano, Tendola, Fosdinovo Castelpoggio, Carrara. Dopo Tendola poco prima di Fosdinovo mi prese una fame ma di quelle che in bici non ci si stà più, vidi una botteghina, entrai e chiesi se potevo fare colazione, certo mi rispose una signora anziana e aggiunse: le piace il latte? ho appena munto. HO GENTE!!!!! Credo che quella sia l'ultima volta che ho sentito il sapore del vero latte, più panna che latte una cosa mai sentita. Lo trovassi ora lo berrei ancora in barba al colesterolo!!

3 commenti:

Strega Bugiarda ha detto...

Grazie Maresco, felice di averti trovato fra i miei visitatori, io mi sono permessa di essere tua "fan" anche nell'altro tuo blog... da tempo ti seguo e ti leggo con molto piacere..e rimpiango il tempo in cui sono stata in Chianti...e i miei interessi non erano rivolti ai cammini...
A presto e un sorriso

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oh Maresco, te la sei spassata eh???

Adriano Maini ha detto...

A parte il tuo sempiterno fisicaccio, mi fai pensare a quando appunto chi andava in bici o solo faceva footing veniva, se non deriso, guardato con tanto di occhi. Oggi, con il passo della moda, potrebbe capitare il contrario, vale a dire potrebbero essere considerati asociali quelli che non hanno hobbies parasportivi.