giovedì 29 settembre 2011

MARESCO IL CORAGGIOSO


Oggi durante una escursione in un luogo mai esplorato, una valle bellissima è selvaggia in quel di San Gimignano abbiamo camminato in una strada, prima asfaltata poi in ghiaia e giunti al torrente strada finita. Ma il torrente asciutto e acciottolato abbiamo continuato nel letto del torrente . Abbiamo trovato un arenile con un'ombra che invitava alla sosta pranzo. Dopo il pranzo avevamo davanti un bel agriturismo, poche decine di metri e avremo ritrovato la strada. ma i cocci del torrente erano bellissimi.... abbiamo deciso di proseguire nel torrente. Era uno spettacolo vedere quelle rocce variopinte. Andavo avanti quando Chiara mi grida: hai una serpe ai piedi! mi giro e vedo allontanarsi dai miei piedi una vipera, si è allontanata col suo andare a zig zag, ho potuto guardarla bene; non c'era dubbi.Lei non mi ha morso, io l'ho lasciata andare avevo il bastone ma avevo anche la digitale e non ho pensato minimamente di fotografarla, peccato.-Ma tu vai avanti col bastone per rendermi il cammino sicuro e poi per poco pesti una vipera-dice Chiara. hoo c'era pulito ma non l'ho vista. Da lì fino all'agriturismo ho tastato il terreno col bastone come un cieco. Sapete che vi dico? Da uomo coraggioso quale sono, nel torrente Casciani non mi vedranno mai più!!!!!!!!!!!!!!!!!

2 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Direi che fai bene!

Il poeta sulle 23 ha detto...

Capperi Maresco, pensavo che ti avesse morso e fosse morta la vipera...