giovedì 23 giugno 2011

Memorie: orgie nel capanno

Bè un tempo ormai datato gli innamorati si dovevano arrangiare, niente auto,in casa guai, boschi, capanni di campagna erano i rifugi amorosi. Un contadino ciarliero raccontava al circolo che nel suo capanno, aveva un capanno senza porta per ricoveri di emergenza tipo pioggia improvvisa, paglia ecc, trovava la paglia scomposta. Nel mio capanno, diceva, la notte ci fanno tante di quelle orge.....Se il capanno potesse parlare.....
Noi 18enni mangiammo la foglia e una sera ci recammo nel capanno con dei profilattici ci sputammo dentro e scomponemmo la paglia come se vi fosse stata un'orgia.
La sera dopo arrivò il contadino il primo al circolo e appena arrivava uno gli raccontava di orge fatte la sera prima da sconosciuti nel suo capanno, naturalmente tutti sapevano e quindi gli chiedevano i particolari e lui raccontava con fervore.

1 commento:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Ecco, dove ha appreso l' arte del bunga bunga, Silvio il corto.....